Corso di preparazione al concorso 253 funzionari amministrativi-giuridici-contabili MINISTERO ISTRUZIONE

Il 27 marzo 2018 è stato pubblicato il bando di concorso indetto dal MIUR per l’assunzione di 253 funzionari amministrativo-giuridico-contabili. I neo-funzionari saranno inseriti sia presso l’Amministrazione Centrale a Roma che presso gli uffici periferici (uffici scolastici regionali e provinciali) secondo questa suddivisione:
I posti sono così ripartiti:
Amministrazione centrale 50
Marche 7
Abruzzo 7
Molise 4
Basilicata 4
Piemonte 16
Calabria 8
Puglia 15
Campania 19
Sardegna 9
Emilia-Romagna 10
Sicilia 17
Friuli- Venezia Giulia 5
Toscana 12
Liguria 9
Umbria 5
Lazio 12
Veneto 14
Lombardia 30
Per candidarsi al concorso c’è tempo fino alle ore 12 del 11 maggio 2018.
L’ultimo concorso analogo è uscito nel 2008. Al termine della selezione verrà formulata una graduatoria di idonei che potrà essere utilizata per future assuznioni.

Requisiti
Possono partecipare al concorso i candidati in possesso di una laurea specialistica, magistrale o vecchio ordinamento, rilasciata da qualsiasi facoltà italiana. Sono ammessi anche titoli rilasciati da Università straniere purché riconosciuti equiparati alle lauree italiane ai sensi dell’art. 38, comma 3 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.

La selezione
Gli esami consistono in due prove scritte ed un colloquio interdisciplinare e sono diretti ad accertare il possesso di una adeguata cultura amministrativa, giuridica e contabile, capacità di analisi e sintesi, conoscenze di base delle principali problematiche connesse all’organizzazione ed alle attività del Miur e delle istituzioni scolastiche, insieme alla conoscenza dell’inglese e dell’informatica.
Nella Gazzetta Ufficiale “Concorsi ed esami” del 29 maggio 2018 e sul sito Internet istanzemiur.cineca.it/miur/bando-funzionari-2018-253f1/ verranno comunicate modalità, sede, data e ora di svolgimento delle prove scritte o delle eventuali prove preselettive.
Ciascun candidato potrà accedere ai risultati delle prove sostenute collegandosi all’area riservata del sito ufficiale e inserendo le credenziali fornite al momento dell’autenticazione.

PROVA PRESELETTIVA
Se il numero di domande pervenute sarà molto alto si svolgerà una prova preselettiva, che consiste in 100 quiz a risposta multipla sulle discipline previste per le prove scritte, da risolvere nel tempo massimo di 90 minuti. Verranno ammessi alle prove scritte 2.530 candidati (più eventuali ex aequo), ovvero un numero pari a dieci volte i posti messi a concorso.
La prova preselettiva potrà svolgersi anche su base regionale; in questo caso i candidati verranno suddivisi territorialmente in base alla regione di preferenza indicata nella domanda di ammissione al concorso.

PROVE SCRITTE
La prima prova scritta consisterà nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta sintetica sulle seguenti materie:
• diritto costituzionale
• diritto dell’unione europea
• diritto amministrativo
• diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni ed ai contratti
• contabilità pubblica
• diritto del lavoro, con particolare riferimento al pubblico impiego
• elementi di organizzazione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e delle Istituzioni scolastiche
La seconda prova scritta consisterà invece nella redazione di un elaborato su uno o più argomenti interdisciplinari riguardanti le stesse materie.

COLLOQUIO
Il colloquio orale verte, oltre che sulle materie delle prove scritte, anche su:
• diritto penale, con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica Amministrazione
• elementi di diritto processuale civile e del lavoro
• elementi sullo stato giuridico del personale scolastico
• inglese (lettura, traduzione e conversazione)
• informatica
I vincitori

I vincitori verranno assegnati nella sede di servizio sulla base della posizione nella graduatoria di merito e delle preferenze espresse all’atto dello scorrimento della graduatoria, ovviamente in relazione ai posti disponibili.
I vincitori saranno sottoposti ad un periodo di prova di quattro mesi. Dopo l’assunzione, dovranno permanere nella sede di prima destinazione per un periodo non inferiore a cinque anni.

Maggiori informazioni

Invia Richiesta di Informazioni




Il tuo nome (richiesto)

Il tuo Cognome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo Numero di Telefono (richiesto)

Il tuo Anno di Nascita (richiesto)

La tua Regione di Residenza (richiesto)

Tipologia di Studio (richiesto)

Titolo di Studio

Testo richiesta informazione

Sì accetto che i miei dati personali (email, città, titolo studio, esperienze lavorative) vengano raccolti da Bollettinodellavoro.it e inoltrati all'ente di formazione che ha pubblicato l'annuncio a cui stai rispondendo. In caso di problemi o dubbi puoi scrivere al responsabile del trattamento dati Andrea Cappellari.

Scroll To Top